Morte

Morte


La denuncia di morte deve essere fatta all’Ufficio Stato Civile, entro 24 ore, da un familiare o da una persona incaricata. Generalmente viene presentata da un’impresa di pompe funebri o dalla struttura ospedaliera.

Coloro che intendono farsi cremare possono esprimerne la volontà in vita tramite una di queste modalità:

  • testamento olografo
  • iscrizione alla Società di Cremazione SO.CREM.

In mancanza della volontà del defunto, intervengono i familiari a mezzo di una dichiarazione espressa e sottoscritta davanti all’Ufficiale di Stato Civile del Comune di decesso, oppure del Comune di residenza del defunto o del dichiarante, da parte dei familiari indicati dalla legge e cioè: il coniuge oppure, in sua mancanza, i parenti più prossimi individuati dal Codice Civile. Nel caso di concorrenza di più parenti di pari grado è sufficiente la maggioranza assoluta di essi (la metà più uno).

Dal 10 febbraio 2005 inoltre, in seguito all’entrata in vigore del Regolamento regionale, è possibile:

  • l’affidamento delle ceneri ai familiari per la conservazione;
  • la dispersione delle ceneri.

L’affidamento delle ceneri ai familiari

L’affidamento dell’urna cineraria può avvenire quando vi sia espressa volontà scritta del defunto o volontà manifestata dal coniuge oppure, in sua mancanza, dai parenti più prossimi individuati dal Codice Civile; nel caso di concorrenza di più parenti di pari grado è sufficiente la maggioranza assoluta di essi (la metà più uno).

In caso di disaccordo fra gli aventi titolo, l’urna cineraria viene temporaneamente tumulata nel Cimitero.

Nel caso in cui l’affidatario o i suoi eredi intendano recedere dall’affidamento, le ceneri possono essere conferite al Cimitero per la tumulazione.

La consegna dell’urna cineraria può avvenire anche per ceneri precedentemente tumulate o provenienti dalla cremazione di resti mortali derivanti da esumazioni o estumulazioni.

La dispersione delle ceneri

La dispersione delle ceneri può avvenire solo se il defunto abbia espresso in vita questa volontà.

Ove il defunto abbia espresso in vita la volontà della dispersione delle proprie ceneri senza indicarne il luogo, quest’ultimo è scelto dal coniuge oppure, in sua mancanza, dai parenti più prossimi individuati dal Codice Civile; nel caso di concorrenza di più parenti di pari grado è sufficiente la maggioranza assoluta di essi (la metà più uno).

In assenza di qualunque indicazione da parte dei parenti sul luogo della dispersione, decorsi 90 giorni dalla cremazione, le ceneri vengono disperse all’interno del Cimitero principale nel giardino delle rimembranze.

La dispersione può essere autorizzata anche per ceneri già tumulate su volontà espressa in vita dal defunto.

La dispersione è eseguita dal coniuge o da altro familiare o dal personale a tal fine autorizzato dall’avente diritto, dall’esecutore testamentario o, nel caso in cui il defunto fosse iscritto ad associazioni di cremazione, dal rappresentante legale dell’associazione stessa.

La dispersione delle ceneri può avvenire:

  • all’interno del Cimitero principale nel giardino delle rimembranze;
  • in natura; la dispersione in mare, nei laghi e nei fiumi è consentita nei tratti liberi da natanti e da manufatti.

Costituisce reato la dispersione delle ceneri non autorizzate dall’Ufficiale di Stato Civile del Comune ove è avvenuto il decesso o effettuata con modalità diversa rispetto a quanto indicato dal defunto nonché l’abbandono dell’urna.

COMUNICATO STAMPA del 21.10.2019 ORE 18.00

IN CONSEGUENZA DELLE PERSISTENTI PIOGGE E’ PREVISTA UNA CONDIZIONE DI POTENZIALE RISCHIO IN RELAZIONE AI LIVELLI DEL LAGO MAGGIORE E DEL FIUME TICINO.
SI INVITANO I SOGGETTI INTERESSATI AD ATTIVARE LE NECESSARIE PRECAUZIONI. FINO A MERCOLEDI‘ 23.10.2019, CODICE GIALLO PER RISCHIO IDRAULICO.

SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI

 

 

APERTURA SPORTELLO IDRICO
Alfa comunica all'utenza che l'apertura dello Sportello Idrico si effettuerà presso la Sala Consiliare del Comune di Sesto Calende in piazza Cesare da Sesto n. 1, lunedì 4 novembre 2019 dalle ore 9:00 alle ore 11:30.

Per informazioni:
- n. verde 800 103 500 (attivo da lunedì a venerdì dalle 8:30 alle 19:00);
- sito internet: www.alfasii.it.


NUOVI  ORARI DI APERTURA DEGLI UFFICI COMUNALI DAL 4 NOVEMBRE 2019

Nel documento allegato i nuovi orari di apertura al pubblico degli uffici comunali in vigore dal prossimo 4 novembre: