Disposizioni Anticipate di Trattamento

Disposizioni Anticipate di Trattamento


Con la legge n. 219 del 22 dicembre 2017 sono state introdotte nell’ordinamento giuridico italiano le Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT), conosciute anche come testamento biologico.

Per DAT – Disposizioni anticipate di trattamento, si intendono gli atti con i quali una persona maggiorenne e capace di intendere e di volere, in previsione di una eventuale futura incapacità a prendere decisioni in autonomia e dopo aver acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle proprie scelte, esprime le proprie intenzioni in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o il rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari.

Le Dat possono essere rese

  • tramite atto pubblico o con scrittura privata autenticata, entrambe da redigersi presso un notaio;
  • tramite scrittura privata da consegnare presso l’Ufficio di Stato Civile del proprio comune di residenza che provvede all’iscrizione nell’apposito registro;
  • tramite scrittura privata da consegnare direttamente presso le strutture sanitarie che abbiano adottato modalità telematiche di gestione della cartella clinica o il fascicolo sanitario elettronico.

Sono esenti dall’obbligo di registrazione, dall’imposta di bollo e da qualsiasi altro tributo, imposta, diritto o tassa.

 

COME ESPRIMERE LE DAT
Le DAT sono redatte in forma libera, senza necessità di autentica della firma,  dal disponente che deve essere  persona maggiorenne  capace di intendere e di volere; nel caso non fosse possibile rendere una dichiarazione scritta, le DAT possono essere rese mediante videoregistrazione o altri dispositivi che consentano alla persona di comunicare; chi esprime le DAT  può indicare un fiduciario, persona maggiorenne e capace di intendere e di volere, che avrà il compito di far rispettare le  volontà espresse dal disponente nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie nel momento in cui lo stesso non fosse più capace di confermare le proprie intenzioni consapevolmente. L’accettazione della nomina da parte del fiduciario avviene attraverso la sottoscrizione delle DAT o con atto successivo allegato alle DAT. Se le DAT non contengono l’indicazione del fiduciario, o questi vi abbia rinunciato o sia deceduto o divenuto incapace, mantengono efficacia in merito alle volontà del disponente.

Vanno consegnate personalmente dal disponente all’Ufficiale dello stato civile del Comune di residenza che rilascerà ricevuta di avvenuta consegna e deposito.  L’ufficiale di stato civile non deve partecipare alla redazione della scrittura, né è tenuto a dare informazioni sul contenuto della medesima: ha il solo compito di riceverla, di registrarla e di conservarla; le DAT possono essere modificate o revocate dal disponente in qualsiasi momento

 

DOVE E COME PRESENTARE LE DAT AL COMUNE DI SESTO CALENDE
Le DAT devono essere consegnate all’Ufficiale  di Stato Civile presso l’ufficio Servizi Demografici al piano terra del palazzo comunale sito in Piazza Cesare da Sesto n. 1.  Al servizio si accede esclusivamente su appuntamento prenotando telefonicamente al numero telefonico 0331 928430 oppure tramite posta elettronica all’indirizzo anagrafe@comune.sesto-calende.va.it.

All’appuntamento concordato il disponente deve presentarsi munito di:

  • documento identificativo, in corso di validità, e una fotocopia della stesso;
  • atto/scrittura contenente le DAT e relativa fotocopia.

Per depositare le DAT è necessario compilare e presentare l’apposito modello:

Alla consegna il modulo viene protocollato e viene rilasciata copia come ricevuta.

Prima di consegnare il proprio Testamento biologico, il Dichiarante deve avere già redatto le copie per sé e per il Fiduciario – se nominato – da trattenere.

Il Testamento biologico dovrà essere corredato da una copia fotostatica dei documenti di identità in corso di validità, del Dichiarante e del Fiduciario (se nominato).

AVVISO DI CRITICITA' del 12_12_2019 RISCHIO NEVE copia

Nuovi orari Uffici Comunali

Si ricorda che dal 4 novembre 2019 sono in vigore i seguenti nuovi orari di apertura al pubblico degli uffici comunali qui allegati.