Elezioni Europee e Comunali 2019

Elezioni Europee e Comunali 2019


In aggiunta ai consueti orari di apertura al pubblico l’Ufficio Elettorale rimarrà aperto nei seguenti giorni ed orari:

  • per il rilascio dei certificati di iscrizione nelle liste elettorali inerenti la presentazione delle candidature per l’elezione dei membri del Parlamento Europeo spettanti all’Italia

– sabato 13 aprile dalle 08.00 alle 14.00
– domenica 14 aprile dalle 08.00 alle 14.00
– martedì 16 aprile dalle 08.00 alle 20.00
– mercoledì 17 aprile dalle 08.00 alle 20.00

  • per il rilascio dei certificati di iscrizione nelle liste elettorali inerenti la presentazione delle candidature per l’elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale

– martedì 23,  mercoledì 24 e giovedì 25 aprile dalle 08.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00
– venerdì 26 aprile dalle 08.00 alle 20.00
– sabato 27 aprile dalle 08.00 alle 12.00

Dì seguito sono disponibili le istruzioni ministeriali per la presentazione e l’ammissione delle candidature per l’elezione diretta del Sindaco e del Consiglio Comunale

 


 

Per favorire le persone che necessitano del certificato di diritto al voto in sezioni esenti da barriere 7architettoniche o per esercitare il diritto di voto da parte di persone fisicamente impedite che necessitano di essere accompagnate in cabina, i Medici del Distretto saranno disponibili previo appuntamento telefonico presso:
– l’ambulatorio del distretto di Sesto Calende – L.go Cardinal dell’Acqua n. 1 – tel. 0331/922305;
– l’ambulatorio del distretto di Azzate – Via Acquadro n. 6 – tel. 0332/277829
Il certificato viene rilasciato gratuitamente; l’interessato dovrà presentarsi munito di documento di identità e documentazione medica che può consistere anche nel certificato di invalidità.

 


 

VOTO A DOMICILIO PER GLI ELETTORI AFFETTI DA GRAVI INFERMITA’ che ne rendano impossibile l’allontanamento dall’abitazione

Ai sensi dell’art. 1 del D.L. 3 gennaio 2006, n. 1, convertito con modificazioni dalla legge 27 gennaio 2006, n. 22, e ulteriormente  modificato dalla legge 7 maggio 2009, n. 46, sono ammessi al voto a domicilio:

–          gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile, anche con l’ausilio del servizio di trasporto pubblico organizzato per i portatori di handicap di cui all’art. 29 della legge 5 febbraio 1992, n. 104;

–          gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano.

Per poter usufruire di questa opportunità, è necessario far pervenire al Sindaco del Comune nelle cui liste l’elettore risulta iscritto – tramite l’ufficio elettorale – tra martedì 16 aprile e lunedì 6 maggio 2019:

  • una dichiarazione, in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimorano e recante l’indicazione dell’indirizzo completo di questa, allegandovi copia della tessera elettorale;
  • un certificato rilasciato dal funzionario medico designato dall’ASL in data non anteriore al quarantacinquesimo giorno antecedente la data della votazione (11 aprile 2019) che attesti l’esistenza delle condizioni di infermità ovvero delle condizioni della dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali. Ove sulla tessera elettorale dell’elettore non sia già inserita l’annotazione del diritto di voto assistito il certificato deve attestare l’eventuale necessità di un accompagnatore per l’esercizio del voto.

 


 

DIRITTO DI VOTO ASSISTITO IN VIA PERMANENTE DA PARTE DI ELETTORI AFFETTI DA GRAVE INFERMITA’

Gli elettori fisicamente impediti ad esprimere autonomamente il proprio voto ( ciechi, amputati delle mani, affetti da paralisi o da latro impedimento di analoga gravità) possono esprimere il voto con l’assistenza di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore liberamente scelto, purché l’uno o l’altro sia iscritto nelle liste elettorali in un qualsiasi Comune della Repubblica.

E’ possibile, per gli stessi elettori fisicamente impediti ad esprimere autonomamente il voto, presentare una richiesta al Comune di iscrizione nelle liste elettorali tendente ad ottenere l’annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante l’apposizione di un corrispondente simbolo sulla tessera elettorale.

Tale richiesta deve essere corredata da apposita documentazione sanitaria, attestante che l’elettore è impossibilitato ad esercitare autonomamente il diritto di voto senza l’aiuto di un altro elettore.

 


 

VOTO DEGLI ELETTORI NON DEAMBULANTI

A norma dell’art. 1 della Legge 15.01.1991, n. 15, gli elettori non deambulanti, iscritti nelle liste elettorali di sezioni ubicate in edifici non accessibili mediante sedia a rotelle, possono esercitare il diritto di voto in una qualsiasi sezione elettorale del Comune allestita in una sede priva di barriere architettoniche, previa esibizione, unitamente alla tessera elettorale, di un’attestazione medica rilasciata dall’unità sanitaria locale anche in precedenza per altri scopi o di copia autentica della patente di guida speciale, purché dalla documentazione esibita risulti l’impossibilità o la capacità gravemente ridotta di deambulazione.

Le sezioni elettorali  accessibili ed attrezzate per il voto dei non11 deambulanti sono:

  • SEZIONE N. 4 Scuole Elementari Mulini – Viale Ticino 22
  • SEZIONE N. 8 Scuole Elementari Ungaretti – Via Vittorio Veneto 34
  • SEZIONE N. 10 Scuola Materna Oriano – via Molino 6

 


 

ELEZIONI COMUNALI – VOTO DEI CITTADINI COMUNITARI

In occasione della prossima elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale, fissata per il 26 maggio 2019, anche i cittadini degli altri Paesi dell’Unione Europea potranno votare, inoltrando apposita domanda al Sindaco del comune di residenza.

La domanda dovrà essere presentata agli Uffici comunali o spedita mediante raccomandata entro il 16 aprile 2019.

Nel primo caso, la sottoscrizione della domanda, in presenza del dipendente addetto, non sarà soggetta ad autenticazione, in caso di recapito a mezzo posta, invece, la domanda dovrà essere corredata da fotocopia non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore (art. 38 comma 3 DPR 28/12/2000 n. 445). La domanda dovrà pervenire inderogabilmente entro la data sopra indicata.

Nella domanda – oltre all’indicazione del cognome, del nome, luogo e data di nascita – dovranno essere espressamente dichiarati:
– la volontà di esercitare il diritto di voto;
– la cittadinanza;
– l’indirizzo nel comune di residenza e nello Stato di origine;
– il possesso della capacità elettorale nello Stato di origine;
– l’assenza di un provvedimento giudiziario a carico che comporti per lo Stato di origine la perdita dell’elettorato attivo.

L’esito della domanda sarà comunicato tempestivamente ed in caso di accoglimento gli interessati riceveranno la tessera elettorale con l’indicazione del seggio dove potranno recarsi a votare.

 


 

ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI ALL’ITALIA DA PARTE DEI CITTADINI DELL’UNIONE EUROPEA RESIDENTI IN ITALIA

In occasione della prossima elezione del Parlamento europeo, fissata tra il 23 e il 26 maggio 2019, anche i cittadini degli altri Paesi dell’Unione Europea potranno votare in Italia per i membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia, inoltrando apposita domanda al sindaco del comune di residenza.

La domanda, il cui modello è disponibile sia presso il comune che sul sito internet del Ministero dell’Interno all’indirizzo: https://dait.interno.gov.it/elezioni/optanti-2019, dovrà essere presentata agli uffici comunali o spedita mediante raccomandata entro il 25 febbraio 2019.

Nel primo caso, la sottoscrizione della domanda, in presenza del dipendente addetto, non sarà soggetta ad autenticazione; in caso di recapito a mezzo posta, invece, la domanda dovrà essere corredata da copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore (art. 38, comma 3, del DPR 28/12/2000, n. 445).

Nella domanda – oltre all’indicazione del cognome, nome, luogo e data di nascita – dovranno essere espressamente dichiarati:

  • la volontà di esercitare esclusivamente in Italia il diritto di voto;
  • la cittadinanza;
  • l’indirizzo nel comune di residenza e nello Stato di origine;
  • il possesso della capacità elettorale nello Stato di origine;
  • l’assenza di un provvedimento giudiziario a carico, che comporti per lo Stato di origine la perdita dell’elettorato attivo.

Gli Uffici comunali comunicheranno tempestivamente l’esito della domanda; in caso di accoglimento, gli interessati riceveranno la tessera elettorale con l’indicazione del seggio ove potranno recarsi a votare.

In allegato il testo dell’avviso anche in inglese, francese e tedesco, nonché i moduli sui quali redigere la domanda in tutte le lingue