Passaporto

Passaporto


In aderenza alla vigente normativa europea, dal 20 maggio 2010 viene rilasciato, da tutte le Questure in Italia ed all’estero dalle rappresentanze diplomatiche e consolari, un nuovo modello di passaporto elettronico costituito da un libretto a 48 pagine a modello unificato. Tale libretto è dotato di un microchip in copertina, che contiene le informazioni relative ai dati anagrafici, la foto e le impronte digitali del titolare.

Inoltre è presente, alla pagina 2 del libretto, la firma digitalizzata, ad eccezione delle sotto elencate categorie:

  • minori di anni 12;
  • analfabeti (il cui stato sia documentato con un atto di notorietà);
  • coloro che presentino una impossibilità fisica accertata e 6documentata che impedisca l’apposizione della firma;

In questi casi al posto della firma ci sarà la dicitura “esente” scritta anche in lingua inglese e francese. Per i minori oltre ai cambiamenti già intervenuti, è ora previsto che siano tutti dotati di un passaporto individuale. Pertanto non è più possibile richiedere l’ iscrizione del proprio figlio minore sul passaporto del genitore.

Per i minori la procedura prevede che vengano acquisite le impronte dal compimento dei 12 anni di età .

N.B.: Tutti i passaporti in corso di validità, compresi quelli con figli 2minori iscritti restano validi fino alla loro naturale data di scadenza.

Poichè si procederà all’acquisizione delle impronte digitali, la domanda per il rilascio deve essere presentata, previa legalizzazione di una foto da parte dell’Ufficio Anagrafe, presso l’Ufficio Passaporti della Questura di Varese.


La documentazione

Alla domanda è necessario allegare:

  • Un documento di riconoscimento valido del titolare del passaporto e di tutti coloro che firmano il modulo di richiesta.
  • Due foto formato tessera identiche e recenti (di cui una legalizzata dall’Ufficio Anagrafe) di dimensioni cm. 4 x 4 su fondo bianco, vista frontale, senza ombre e riflessi, senza occhiali con montature vistose (sono ammessi solo copricapo tenuti per motivi religiosi che non nascondano il viso).
  • Un contrassegno telematico da € 73,50 acquistabile nelle rivendite di valori bollati. L’importo è cambiato dal 24 giugno 2014 con la conversione in Legge del decreto Irpef. Va acquistato per il rilascio del passaporto ordinario, incluso il rilascio a favore di minori.
    N.B.: Chi avesse già acquistato il contrassegno telematico da € 40,29 dovrà integrarlo con un ulteriore contrassegno telematico da € 33,21.
    Dal 24 giugno 2014 è abolita la tassa annuale del passaporto ordinario da € 40,29. Pertanto tutti i passaporti, anche quelli già emessi, saranno validi fino alla data di scadenza riportata all’interno del documento per tutti i viaggi, inclusi quelli extra UE, senza che sia più necessario pagare la tassa annuale da € 40,29.
  • La ricevuta di pagamento di € 42.50 per il passaporto ordinario. Il versamento va effettuato esclusivamente mediante bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del Tesoro.
    La causale è: “importo per il rilascio del passaporto elettronico”. Vi consigliamo di utilizzare i bollettini pre-compilati distribuiti dagli uffici postali.
  • Per il rilascio di nuovo passaporto, a causa di deterioramento o scadenza di validità, con la documentazione deve essere consegnato il vecchio passaporto.

Il genitore di un figlio minore, alla richiesta di rilascio del proprio passaporto, deve indicare le generalità dell’altro genitore e avere l’assenso all’espatrio da parte di quest’ultimo, espresso tramite la firma sull’apposito spazio nel modulo di richiesta. Tutto ciò è previsto dalla legge per la tutela dei minori.
Queste indicazioni sono sempre valide a prescindere dallo stato civile del richiedente che ha figli minori. Quindi sono valide sia per genitori sposati, divorziati, separati, conviventi o altro.

Ulteriori informazioni possono essere reperite sul sito www.poliziadistato.it o presso gli sportelli dell’Ufficio Anagrafe.