Commercio

Commercio


L’Ufficio Commercio si occupa dei temi inerenti le attività economiche (commerciali e di servizio, produttive, agricole – agrituristiche) comprese quelle di polizia amministrativa. Tutte le procedure relative a tali attività sono gestite tramite lo Sportello Unico delle Attività Produttive (SUAP) che è stato costituito in forma associata con altri comuni con la denominazione di SUAP MALPENSA NORD TICINO che ha come ENTE CAPOFILA il comune di SOMMA LOMBARDO  a cui quindi bisogna rivolgersi per la presentazione delle pratiche come indicato nell’apposita sezione del sito del Comune di Somma Lombardo.

Sono escluse dalla gestione associata i seguenti procedimenti:

  • Taxi e autonoleggio da rimessa con conducente
  • Ascensori e montacarichi
  • Commercio su aree pubbliche, fiere e mercati
  • Manifestazioni temporanee

Per le quali resta comunque fermo l’obbligo di presentazione delle pratiche esclusivamente in MODALITA’ TELEMATICA e attraverso gli Sportelli Unici per le Attività Produttive – SUAP secondo i moduli disponibili sul sito www.impresainungiorno.gov.it.

Le istanze trasmesse con altre modalità (formato cartaceo, posta, fax, pec) saranno considerate irricevibili e quindi rifiutate.

Per l’invio telematico occorre essere dotati di firma digitale e posta elettronica certificata. La trasmissione può avvenire anche per il tramite di un professionista o consulente o associazione, conferendo agli stessi procura speciale.

All’invio telematico è obbligatorio allegare la scannerizzazione della ricevuta del versamento dei diritti di istruttoria SUAP e dei diritti spettanti agli Enti Terzi coinvolti nei procedimenti (ASL, ARPA, Provincia, Regione, Vigili del Fuoco, ecc.), i cui importi sono desumibili dai tariffari pubblicati al seguente indirizzo: http://www.comune.sommalombardo.va.it/servizi/menu/dinamica.aspx?idArea=16533&idCat=16800&ID=16931

Per ogni chiarimento ed informazione è attivo il numero verde 199 502010 ed è consultabile il sito www.impresainungiorno.gov.it.

 

REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLA DENOMINAZIONE COMUNALE DE.CO.

 

SUAP

 


 

DISCIPLINA DELLE ATTIVITA’ TEMPORANEEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

Per svolgere attività temporanee di pubblico spettacolo è necessario richiedere un’autorizzazione ai sensi dell’ art. 68 (attività di spettacolo) o dell’art. 69 (attività di trattenimento) TULPS.

Nel caso di manifestazioni fino ad un massimo di 200 partecipanti e che si svolgono entro le ore 24 del giorno di inizio, l’autorizzazione è sostituita dalla Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) di cui all’art. 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241.

Se la manifestazione si svolge in luogo chiuso oppure all’aperto ma con l’utilizzo di specifiche attrezzature per il contenimento e lo stazionamento del pubblico, è necessario produrre, ai fini della dichiarazione di agibilità dei luoghi ai sensi dell’art. 80 TULPS, una relazione tecnica redatta da un professionista abilitato (iscritto all’albo degli ingegneri, architetti, periti industriali e geometri), nella quale si dimostri e si attesti che il locale/luogo, le strutture, le attrezzature, gli impianti sono conformi alle regole tecniche ministeriali vigenti (nello specifico il DM 19.08.1996 – regole di prevenzione incendi e il DM 18.03.1996 – sicurezza delle manifestazioni sportive).

Se la manifestazione si svolge all’aperto senza l’utilizzo di specifiche attrezzature per il contenimento e lo stazionamento del pubblico, non è necessaria la dichiarazione di agibilità di cui sopra. Resta fermo l’obbligo di produrre le certificazioni di conformità degli impianti utilizzati (elettrici, compresi quelli di amplificazione sonora, cucine a gas ecc…) che dovranno essere installatI in aree non accessibili al pubblico (DM 19.08.1996 – art. 1.2-a), la certificazione di idoneità statica di eventuali palchi o pedane utilizzate e le conseguenti attestazioni di corretto montaggio (queste ultime possono essere consegnate al personale del Corpo di Polizia Locale prima dell’inizio della manifestazione).

Per i luoghi con capienza superiore a 200 persone (locali al chiuso oppure all’aperto con pubblico organizzato) è necessario l’intervento della Commissione Comunale di Vigilanza Locali di Pubblico Spettacolo (CCVLPS) alla quale deve essere presentata tutta la necessaria documentazione tecnica e che esegue due controlli: il primo istruttorio sulla documentazione presentata e il secondo accertativo con sopralluogo sul posto a strutture allestite e montate prima dell’avvio della manifestazione (art. 141 e 141 bis Regolamento di attuazione TULPS n. 635/1940).

Salvo che la natura dei luoghi in cui sono installati gli allestimenti temporanei richiedano una specifica verifica delle condizioni di sicurezza, non occorre una nuova verifica per gli allestimenti temporanei che si ripetono periodicamente per i quali è già stata dichiarata l’agibilità in data non anteriore a due anni.


 

TEMPI DEL PROCEDIMENTO

  • Per le manifestazioni con capienza fino a 200 persone o posti a sedere, le istanze o le SCIA corredate da tutta la documentazione necessaria vanno presentate almeno 30 giorni prima dell’inizio della manifestazione.
  • iPer le manifestazioni con capienza superiore a 200 persone o posti a sedere, è necessario richiedere almeno 60 giorni prima dell’inizio della manifestazione il parere preventivo da parte della Commissione Comunale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo (CCVLPS). Acquisito il parere favorevole della Commissione, può essere presentata la domanda almeno 30 giorni prima dell’inizio della manifestazione.

 

ORGANIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONI PUBBLICHE 

L’autorizzazione allo svolgimento di manifestazioni pubbliche di qualunque natura o finalità che comportino un afflusso di pubblico è subordinata alla produzione, da parte dei soggetti organizzatori, di un piano della sicurezza di gestione delle emergenze redatto da un professionista abilitato e contenente le misure da adottare riguardanti gli aspetti di safety e security, in ottemperanza alle prescrizioni impartite dal Ministero dell’Interno con le seguenti circolari:


 

Dovrà inoltre essere depositata la ricevuta comprovante l’avvenuta segnalazione, ai fini dell’assistenza sanitaria, all’AREU (Azienda Regionale Emergenza Urgenza) tramite il portale games.areu.lombardia.it.