In evidenza

Accesso agli atti – Avviso agli utenti e ai professionisti


Da qualche mese si è assistito ad un incremento di richieste di accesso agli atti dovuto alle necessarie verifiche di conformità degli immobili per poter richiedere il cosiddetto Superbonus ammontante al 110% degli interventi da eseguire.
Negli ultimi due mesi tale incremento è diventato esponenziale, mettendo in difficoltà l’intero ufficio, costretto, oltre a movimentare circa 100 pratiche cartacee al mese, anche a cercare di “interpretare” istanze carenti o approssimative circa l’interesse diretto, concreto e attuale del richiedente, nonché l’effettiva necessità di visione di “tutte le pratiche”, genericamente spesso così indicata, depositate negli archivi comunali.
Si ricorda che la richiesta di accesso agli atti ha propria valenza procedurale, al pari di una pratica edilizia e paesaggistica e non deve essere priva di elementi essenziali che ne consentano l’istruttoria, pena la richiesta di integrazioni da parte dell’ufficio.
Si è sviluppata inoltre da parte dell’utenza anche la scorretta consuetudine a chiedere l’accesso con urgenza, senza tuttavia motivare le reali problematiche che la determinano.
La possibilità di veder evadere le proprie istanze con urgenza deve essere sempre motivata e non deve costituire una modalità ordinaria. La carenza di motivazione costituisce decadenza di priorità.
Inoltre i professionisti tecnici delegati dagli aventi titolo nell’istanza devono preferibilmente depositare la stessa per via telematica attraverso lo sportello telematico del Comune, raggiungibile tramite il seguente link: https://sportellotelematico.comune.sesto-calende.va.it/
e che l’istanza deve essere completa di tutti i dati necessari:
– delega/procura;
– indirizzo dell’immobile;
– dati catastali;
– dati toponomastici;
– nominativi dei precedenti proprietari;
– pratiche edilizie/paesaggistiche da visionare (qualora se ne conosca il numero di archivio).
L’inoltro per mezzo cartaceo o PEC costituisce aggravio del procedimento istruttorio da parte dell’ufficio con allungamento dei tempi di evasione.
La consistente mole di lavoro aggiuntivo rispetto al consueto, determinata dalle richieste motivate dal Superbonus 110%, fa sì che si stabilisca un raddoppio dei termini per l’evasione delle istanze rispetto a quanto stabilito dalla L. 241/1990.
Verranno tuttavia attuati dei criteri premianti derivanti dalla completezza e dalla circostanzialità della richiesta.
Le istanze vengono poi accolte con provvedimento espresso, nel quale sono elencate tutte le pratiche di riferimento e le eventuali criticità.
Si invita quindi a leggere con attenzione tale provvedimento nel quale di frequente trovano risposta i quesiti che vengono posti in successivi appuntamenti con l’ufficio.
Si precisa, infine, che il procedimento istruttorio relativo agli accessi agli atti richiesti per la verifica di eventuali lesioni di diritti privati non contemplano da parte degli uffici alcuna consulenza in merito ai provvedimenti assunti, rimanendo di competenza del Tribunale Amministrativo Regionale l’impugnativa dei titoli abilitativi eventualmente visionati.
Non si dà seguito pertanto alle richieste di spiegazioni, precisazioni o annullamento dei titoli.

 F.to Emanuela Rosa Cornacchia
Responsabile dei Servizi dell’Area Tecnica

AVVISO DISSERVIZIO TELEFONICO IN MUNICIPIO

Si segnala che i telefoni del Municipio non riescono a ricevere chiamate dall'esterno.

Solamente in caso di urgenza è possibile contattare i seguenti numeri negli orari di apertura degli uffici comunali:

Polizia Locale 3482584071

Stato Civile 3478578174

Confidando nel ripristino più celere possibile del servizio, ci scusiamo del disagio arrecato all'utenza.