In evidenza

Nuove modalità di distribuzione delle mascherine


In considerazione della nuova fase relativa all’emergenza sanitaria in atto, volta alla graduale ripresa delle attività, ma tenuto conto del perdurare di importanti forme di limitazione agli spostamenti, si comunica che da mercoledì 13 maggio 2020 sarà attiva la nuova modalità per la consegna gratuita di mascherine protettive ai nuclei familiari in attuazione della distribuzione dei dispositivi messi a disposizione da Regione Lombardia per questa finalità, oltre a quelli specificamente acquistati dal Comune di Sesto Calende, quelli provenienti dalla donazione di privati e le mascherine riutilizzabili messe a disposizione dal gruppo di volontari sestesi denominato “Mascherine per Sesto”.
Questa nuova forma di distribuzione si avvale principalmente dell’opera dei “Volontari Sestesi per l’emergenza” (VOS), oltre al servizio a domicilio operato dalla Protezione Civile.
Il servizio avverrà con le seguenti modalità e condizioni:
1) la consegna avverrà con differenti sistemi contestuali:
a) in Sala Consiliare con consegna il mercoledì ed il sabato dalle 9.00 alle 12.30 previo appuntamento telefonico da fissare il giorno precedente, rispettivamente il martedì ed il venerdì dalle ore 9.00 alle 12.30 al numero 334-2173817
b) nelle frazioni in spazi pubblici all’aperto con appositi gazebo, solo se il tempo lo permette (quindi se non piove), sempre il mercoledì ed il sabato dalle 9.00 alle 12.30. In questo caso non occorre appuntamento ma è necessario rispettare e mantenere tutte le condizioni di distanziamento sociale e di sicurezza, comunque necessarie in uno spazio pubblico all’aperto. Occorre essere muniti di documento di riconoscimento per dimostrare di essere residenti a Sesto Calende;
c) con consegna a domicilio, in questo caso solo ed esclusivamente per i soggetti più fragili (età, malattia, ecc.) e che non possono recarsi o farsi accudire da famigliari. Questa forma di consegna deve essere ovviamente prenotata telefonicamente telefonando al call center sempre il martedì ed il venerdì dalle ore 9.00 alle 12.30 al numero 334-2173817
2) verranno consegnati cinque dispositivi monouso costituenti il minimo previsto per le famiglie sestesi. Al fine di evitare indebiti accaparramenti verranno presi i nominativi ed indirizzo di chi ritira il kit in modo da potere effettuare controlli a campione;
3) chi ha già usufruito della prima fase di consegna potrà in questa seconda fase chiedere nuovamente il kit ma una sola volta, fino alla prossima eventuale tornata di distribuzione;
4) oltre al kit comunale di mascherine monouso, potranno essere ritirate anche mascherine artigianali riutilizzabili realizzate, come detto, dal gruppo di volontari sestesi “Mascherine per Sesto”. In questo caso potrà essere ritirato un numero di dispositivi pari al numero dei componenti del nucleo famigliare, compresi apposite mascherine per bambini al di sotto degli otto anni. Chi avesse già usufruito di questa donazione da parte dei volontari durante la prima fase di consegna dei giorni scorsi è pregato di astenersi dal chiederli nuovamente in quanto trattasi di dispositivi lavabili e quindi riutilizzabili e si vorrebbe raggiungere il maggior numero possibile di cittadini con questo servizio gratuito.
5) il servizio è ovviamente riservato ai nuclei famigliari con residenza a Sesto Calende e tale condizione verrà controllata al momento della consegna, all’esibizione del documento di identità;
6) lo spostamento per tale necessità dovrà essere comunque autocertificato nell’apposito modulo ministeriale;
N.B. per motivazioni legate alla disponibilità di mascherine ed ai tempi di consegna, oltre alla scelta di consegnare kit costituiti da 5 mascherine monouso, che pare il minimo essenziale per un nucleo famigliare, la distribuzione non potrà avvenire per tutti i nuclei famigliari e quindi si ricorda che la possibilità di dare servizio a chi ne ha veramente bisogno è commisurato alla responsabilità con la quale vengono fatte le richieste e che le dichiarazioni che vengono fatte in sede di richiesta verranno tenute in debito conto. In particolare si ricorda che il kit è destinato ai nuclei famigliari e non ai singoli cittadini – salvo i casi di famiglia costituita da un solo soggetto – e che quindi non devono essere fatte richieste multiple, salvo la possibilità di ripetere la richiesta se già fatta nella prima fase.
A questo proposito si segnala che verranno messi in atto i necessari controlli anche successivamente alla consegna dei kit ed eventualmente attivate le procedure di legge per punire i trasgressori.